Cohousing Ecosol

  • : preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/ercomunita/domains/er-comunitaefamiglia.org/public_html/includes/unicode.inc on line 311.
  • : preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/ercomunita/domains/er-comunitaefamiglia.org/public_html/includes/unicode.inc on line 311.

Ecosol è l’evocativo nome dato a un particolare progetto di co-housing nato a Fidenza (PR) dalla ferrea volontà di un gruppo di persone intenzionate ad affrontare il tema dell’abitare in una maniera diversa dal solito. “La chiave di lettura fondamentale è quella della sostenibilità, non solo dal punto di vista ambientale, ma anche sociale ed economica”, racconta Luca Rigoni, architetto autore del progetto e tra i principali fautori di quest’iniziativa. Insomma, una visione sistemica della realtà che darà presto vita a un edificio assolutamente unico nel panorama abitativo nazionale. Tredici famiglie di età e provenienza piuttosto eterogenea hanno messo insieme i propri bisogni e le proprie idee per creare una casa che rispondesse veramente alle diverse esigenze di ciascuno. Uno slogan adoperato spesso in maniera impropria, ma che in questo caso corrisponde appieno alla realtà. “Abbiamo ribaltato la logica stessa che sta dietro al mercato immobiliare – spiega Rigoni –. Siamo partiti dalla volontà di un gruppo di famiglie che, attraverso un percorso partecipato, in cui le decisioni non sono state prese a maggioranza, ma con il metodo del consenso, ha partorito un progetto ad hoc.
Ma quali sono le soluzioni che potrebbero fare dell’Ecosol un punto di riferimento per un nuovo concetto di abitare? “Ci rifacciamo a una forma sana di cooperativismo, di mutuo-aiuto tra cittadini – risponde ancora Rigoni –, che nel concreto significheranno alcuni spazi comuni all’interno del palazzo: una zona soggiorno dotata di cucina, servizi igienici, una dispensa e una stanza adibita a lavanderia. Ma anche sistemi di car-sharing e car-pooling che, per esempio, ci permetteranno di organizzare turni comuni per accompagnare i bimbi a scuola”. Numerose, inoltre, sono le soluzioni di risparmio energetico che permetteranno a questo edificio di essere praticamente a “emissioni zero”. Gli impianti geotermico, solare termico e fotovoltaico serviranno infatti a soddisfare il fabbisogno energetico delle famiglie, rendendo per altro inutile l’allaccio alla rete del gas. Per la sua costruzione saranno inoltre utilizzati materiali di bioedilizia e soluzioni di bioclimatica, come il corretto orientamento e la schermatura delle pareti. Nulla è stato lasciato al caso, nemmeno a livello economico, razionalizzando i costi e ottenendo così un ottimo rapporto qualità/prezzo. La stessa impresa costruttrice ha inoltre stipulato un patto di trasparenza, che permetterà ai condomini di sapere esattamente in che modo sarà speso il denaro investito.

per contatti
Mauro Serventi
serventi.mauro@gmail.com